Home

Avviso pubblico per la manifestazione di interesse - Implementazione e gestione dei sistemi informativi

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail
Avviso pubblico per la manifestazione di interesse per la partecipazione alla procedura negoziata sottosoglia ai sensi dell’art. 36, C. 2, Lett. B del D.Lgs. N. 50/2016 per l’affidamento del servizio di implementazione e gestione dei sistemi informativi del Centro Regionale Antidoping.
- A questo link potete scaricare la documentazionei relativa all'avviso.
Proroga dei termini di consegna della manifestazione d'interesse.
 

Biologia forense

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail
Il Centro Regionale Antidoping (CAD) “Alessandro Bertinaria” di Orbassano, tramite il proprio Laboratorio Regionale di Tossicologia, è convenzionato, dall’anno 2010, con la Procura della Repubblica di Torino.

Nel mese di gennaio 2015 è stato comunicato l’avvio delle attività del nuovo Laboratorio di Biologia e Genetica Forense, primo laboratorio italiano accreditato a norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 per l’analisi e l’interpretazione di campioni complessi come le miscele genetiche a bassa concentrazione di DNA estrapolati da tracce o campioni biologici...

Leggi di più


 

Brochure informative delle attività del Centro

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail
Pubblicate le brochure informative delle attività del Centro Regionale Antidoping.

Sono scaricabili dall'area Download.

 

Il Consorzio

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

Il Centro Regionale Antidoping "Alessandro Bertinaria", Laboratorio Regionale di Tossicologia, nasce nel 2004 per rispondere alle esigenze legate alle "XX Olimpiadi Invernali" e ai "IX Giochi Paralimpici Invernali", come espressione consortile di quattro Enti pubblici (Regione Piemonte, Università degli Studi di Torino, Istituto di Medicina dello Sport e AOU - Azienda Ospedaliero-Universitaria San Luigi Gonzaga).

Al 31/12/2017 i Soci del Consorzio sono:

  • Regione Piemonte
  • Università degli Studi di Torino
  • AOU San Luigi di Orbassano
  • Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle D'aosta


Esso si configura come un'opera di alto interesse sociale, che coniuga la salvaguardia delle competizioni sportive con la tutela della salute degli atleti. Con la conclusione degli Eventi Olimpici di Torino 2006, esso è diventato un punto di riferimento a livello regionale, nazionale e internazionale per quanto riguarda l'analisi chimico-clinica, tossicologica e forense e si sta affermando come centro di eccellenza per la ricerca e la formazione nel campo della lotta all'uso di sostanze dopanti ed illecite sia di uso umano sia di uso veterinario.

L'attività di formazione e ricerca tocca temi di ambito epidemiologico, farmacologico e chimico-analitico, ma tratta anche temi di bioetica e di scienze umane. In base a quanto riportato nell' art. 7 del proprio Statuto , l'attività del Centro si realizza mediante:

  • la progettazione, l'aggiornamento e l'impiego di metodologie analitiche, volte a rilevare su adatti campioni biologici la presenza di farmaci e/o metaboliti, al fine di diagnosticare l'avvenuta assunzione o somministrazione di sostanze illecite, a scopo di abuso di tipo sportivo, tossicologico e zootecnico,

  • l'effettuazione di determinazioni di parametri fisio-patologici su campioni biologici (urina, sangue, ecc.), prelevati secondo appositi programmi o statuti, nel rispetto di correnti criteri medico-legali consentiti.

 

Pubblicazioni

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail
Elenco aggiornato delle pubblicazioni del CAD.
 

 Soci fondatori

Regione Piemonte